News

Chiarimenti su stipendi 2015

Ecco nel seguito alcune informazioni ricevute da Riccardo Fuzio inerenti gli aspetti retributivi del nostro lavoro. Nell'ottica indicata nello scorso Comitato di Coordinamento colleghi, come Riccardo, si sono impegnati a fornire un importante contributo per conoscere aspetti troppo spesso ignorati e che meritano un costante monitoraggio.

STIPENDI 

(chiarimenti......negativi)

Riporto alcuni chiarimenti relativi allo stipendio del 2015 con riferimento ad alcune richieste di colleghi.

1) Nel cedolino del mese di febbraio sono state operate trattenute che trovano origine nel conguaglio contributivo, di carattere previdenziale a fini pensionistici che, negli anni scorsi, veniva diluita in 4 rate da febbraio a maggio. e che invece è stato applicato in un'unica rata, sulla mensilità di febbraio 2015, a differenza degli anni precedenti. Il conguaglio contributivo è generato dall'applicazione dell'art.2 , comma 10 legge 335/95.

Per il calcolo si applica la seguente procedura: lordo stipendio più indennità integrativa speciale e tredicesima sul totale si calcola il 18% dall'importo ottenuto si detrae quanto corrisposto per indennità magistrati , sulla differenza si applica la ritenuta previdenziale dell' 8,80% più fondo credito 0,35.

2) nel cedolino del mese di marzo il netto dello stipendio subirà un decremento per effetto delle maggiori somme trattenute, a titolo di addizionale regionale  IRPEF e addizionale comunale ( saldo ed acconto), e che variano da regione e regione e in base alla tariffe dei vari comuni. Purtroppo le differenze sono di circa 100 euro in media. Detta trattenuta, come per gli anni passati, opererà da marzo a novembre 2015.

Si attendono tempi migliori.....

Roma 20 marzo 2015

Roberto Carrelli Palombi