News

Questionario sulle modalità di preparazione al concorso in magistratura

Con nota del 25/1/2018, a firma del segretario generale del C.S.M., viene trasmessa ai Presidenti di Corte Appello ed ai Procuratori Generali una richiesta della sesta commissione di interpellare i magistrati nominati con d.m. 6/12/2007 e successivi sulle modalità di preparazione al concorso in magistratura. Alla nota era altresì allegato un format finalizzato ad una raccolta in modo uniforme della richiesta informazioni. 

Successivamente alla diffusione della suddetta nota, in data 26/1/2018, viene diramato, da parte del gruppo di coordinamento di Autonomia ed Indipendenza, un comunicato con il quale viene chiesto quali finalità vengano perseguite dal C.S.M. con la citata iniziativa e quali modalità vengano previste per la conservazione dei dati raccolti.

Si apprende, quindi, con un comunicato a firma di tre consiglieri della sesta commissione diramato nella serata di ieri, che la richiesta di predisporre un questionario informativo sulle modalità di preparazione al concorso in magistratura era stata avanzata dal solo consigliere Morgigni e che nessuna delibera era stata adottata in proposito dalla sesta commissione. 

Unità per la Costituzione, esprimendo, in ogni caso, il proprio dissenso rispetto ad iniziative comunque assunte volte ad acquisire dati extra curricolari ed attinenti alla sfera privata del magistrato, chiede che venga fatta immediata chiarezza in ordine alla dichiarata insussistenza di qualsiasi decisione da parte della sesta commissione e che vengano accertate eventuali responsabilità per la diffusione, attraverso i canali istituzionali, di decisioni mai assunte dall'organo consiliare.

 

Roma 27 gennaio 2018 
Roberto Carrelli Palombi