Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su facebook
Condividi su twitter

Il nuovo statuto, la nuova Direzione Nazionale, il deliberato dell’assemblea Unicost

L’Assemblea Generale di Unità per la Costituzione ha completato oggi i lavori ai quali hanno partecipato – in presenza e da remoto – colleghi espressione di tutti gli uffici giudiziaria italiani, che hanno contribuito ad un dibattito propositivo e animato da autentica passione.

E’ stato un momento di grande democrazia che ha permesso a tutti i colleghi di vivere la bellezza della partecipazione e del confronto schietto.

L’Assemblea generale ha eletto all’unanimità la nuova direzione nazionale che sarà composta da:

  • Rossella Marro – Presidente nazionale,
  • Mariarosaria  Savaglio e Stefano Latorre – Segretari generali
  • Andrea Bigiarini – Incaricato alla formazione, anche associativa
  • Gabriella Viglione e Giacomo Forte – Incaricati alla comunicazione
  • Chiara Salamone e Ettore Cardinali – Incaricati alle condizioni di lavoro dei magistrati
  • Carla Di Filippo e Raffaele Graziano – Incaricati ai rapporti con gli associati e alla promozione del gruppo

L’Assemblea Generale ha deliberato di riservare un posto ad un magistrato di legittimità al fine di valorizzare le peculiarità della Corte di Cassazione.

Unità per la Costituzione prosegue il suo percorso, riaffermando i valori fondanti che oltre 40 anni fa determinarono la nascita del gruppo e che sono confluiti nell’ambito del Preambolo del nuovo Statuto.

Riconosce l’importanza di un patto generazionale tra il buono dell’esperienza e le nuove energie propositive, continuando a perseguire la propria vocazione di lavorare nell’interesse di tutti i magistrati.

La neoeletta Direzione Nazionale sarà al servizio del gruppo e della magistratura, quale strumento di attuazione dei valori del pluralismo culturale, dell’estraneità ad ogni influenza esterna e della tutela della giurisdizione.

Il recupero di credibilità e l’affermazione della centralità della cultura del diritto e della giurisdizione, in uno alla tutela dello statuto costituzionale della magistratura e al miglioramento delle condizioni di lavoro dei magistrati italiani, costituiranno il fondamentale punto di riferimento dell’azione associativa.

Ringrazia Mariano Sciacca, Francesco Cananzi e tutta la segreteria uscente per l’impegno e la dedizione dimostrati in questi anni. Ringrazia anche tutti i partecipanti all’assemblea per la qualità del dibattito e per l’impegno profuso.

Roma, 4 luglio 2021

La Direzione Nazionale di Unicost

Condividi su facebook
Condividi su twitter