Le ragioni dell’impegno in A.N.M.: testimonianza di Manuela Matta – Giudice Tribunale Gela

Perché ho accettato l'invito della segreteria Unicost di Caltanissetta a candidarmi alle votazioni per il CDC?

Elezioni per il rinnovo del Comitato Direttivo Centrale 6, 7, 8 marzo 2016

Perché ho accettato l’invito della segreteria Unicost di Caltanissetta a candidarmi alle votazioni per il CDC?


Perché credo nei valori della moderatezza , dell’equilibrio e del profondo rispetto dei ruoli,  perché credo nel confronto leale e aperto con le Istituzioni,  perché ho deciso che voglio impegnarmi nella vita associativa e perché, da giovane magistrato (  in magistratura da poco meno di sei anni ),  ho capito che se si vuole che qualcosa cambi non si può restare a guardare da dietro il buco della serratura ma entrare nel gioco e giocare ciascuno la propria parte..  per quanto piccola possa essere … perché il deserto è composto dal singolo granellino  di sabbia, senza il quale il deserto non sarebbe più tale.


Perché delegare e poi lamentarsi non serve!


Serve, invece, cercare di imparare con umiltà da chi si è impegnato prima di noi, ascoltare e farsi portavoce delle esigenze dei piccoli Tribunali, dei piccoli Distretti come quello ( di Caltanissetta) in cui ho lavorato con gioia e impegno negli ultimi quattro anni della mia vita e dove il magistrato si incontra ogni giorno con avvocati, cittadini, con realtà difficili e molto più grandi di noi…ma  non del nostro grande sogno che ci ha portati sino a qui :

quello di ESSERE ( e non solo di ” fare i” ) Magistrati!

Questo nel mio piccolo, il mio impegno personale , umano e da giovane magistrato… queste le motivazioni che mi hanno indotto ad impegnarmi. 

Manuela Matta

Scarica il pdf

Condividi su facebook
Condividi su twitter